SCHEDA 031.5

VERIFICA DI COMPATIBILITA’ DEL PROGETTO DI REALIZZAZIONE DI UNA STRUTTURA SANITARIA OVVERO ADEGUAMENTO, TRASFORMAZIONE, DIVERSA UTILIZZAZIONE O TRASFERIMENTO DI STRUTTURE SANITARIE GIA’ ESISTENTI

(Ultimo aggiornamento: 10-02-2012 )

Attività sottoposte al procedimento

Qualsiasi intervento avente ad oggetto la costruzione di nuove strutture, l’adattamento, l’ampliamento, la trasformazione ovvero il trasferimento in altra sede di strutture esistenti finalizzate all’esercizio delle attività sanitarie e socio sanitarie, ovvero strutture che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, e prestazioni di day surgery di tipo C  (art.8-ter D.Lgs. 502/1992).

Il parere di compatibilità è obbligatorio e vincolante ai fini permesso di costruire o della denuncia di inizio attività ai sensi del D.P.R. 380/2001
Ente titolare della funzione

Regione Piemonte - Direzione Sanità

Corso Regina Margherita n.153 bis

10122  Torino
Enti coinvolti ASL competente per territorio
Dove rivolgersi

Comune di Torino - Divisione Commercio – Settore Attività Economiche e di Servizio – Sportello Unico Attività Produttive
Via Meucci n. 4 – II piano 10121 – Torino

Orario di ricevimento: dal lunedì al giovedì orario 9.00-12.00

Informazioni telefoniche: dal lunedì al giovedì

orario 14.00-16.00  Tel.011-4430641/30715
Cosa occorre fare

Occorre presentare richiesta redatta in carta semplice contenente i dati anagrafici del richiedente, unitamente a relazione tecnica, debitamente sottoscritta dallo stesso, che evidenzi i seguenti elementi:

  • Natura giuridica del soggetto proponente l’intervento;
  • Localizzazione del presidio: area, urbanizzazione e servizi pubblici di contorno;
  • Estremi catastali;
  • Destinazione urbanistica;
  • Tipologia strutturale e condizioni di sicurezza statica, impiantistica, VV.FF., barriere architettoniche e requisiti igienici;
  • Destinazione d’uso, qualificazione e quantificazione di massima dei diversi ambienti costituenti il presidio;
  • Condizione di manutenzione degli elementi di finitura, attrezzi e arredi;
  • Previsione progettuale;
  • Tipologia di attività
  • Dichiarazione sostituiva atto di notorietà attestante l’interesse del richiedente a svolgere presso la struttura di cui è caso, attività esclusivamente in via privatistica ovvero interesse all’accreditamento istituzionale ai sensi dell’art.8-quater del D.Lgs.502/1992 e s.m.i..

In merito alla localizzazione del Presidio, la destinazione urbanistica e le destinazioni d’uso, occorre presentare documentazione cartografica atta a rappresentare detti elementi in maniera visiva comprensiva di tabelle riepilogative e idonea retinatura.

In caso di presentazione a mezzo incaricato o mezzo posta occorre allegare copia del documento di identità del richiedente.

 

N.B. Per istanze di autorizzazione all’adattamento di strutture già esistenti e alla loro diversa utilizzazione, all’ampliamento o alla trasformazione nonché al trasferimento in altra sede di strutture già autorizzate e accreditate, la relazione tecnica dovrà illustrare:

-la modifica della capacità produttiva in termini quali-quantitativi (discipline, funzioni ecc.);

-   l’incremento della capacità produttiva (articolata per tipologia di prestazioni ambulatoriali) o l’esclusione di tale incremento.

 

L'utente può presentare contestualmente la pratica edilizia e la richiesta di compatibilità territoriale direttamente presso gli uffici dello Sportello Unico Attività Produttive, mediante presentazione di Domanda Unica (istruzioni)

Modulistica La relativa modustica da predisporre a cura della Regione Piemonte è in fase di approvazione.
Tempi

60 giorni dal  ricevimento dell’istanza da parte della Regione Piemonte.

Per particolari esigenze istruttorie il termine di cui sopra può essere interrotto per una sola volta e il parere reso definitivamente entro 30 giorni dalla ricezione degli elementi istruttori da parte della Regione Piemonte
Durata / Rinnovi

L’autorizzazione è rilasciata senza limiti temporali sino a modifica della struttura ovvero suo trasferimento

Riferimenti normativi

Normativa nazionale

  • Decreto Legislativo 30 dicembre 1992 n.502
  • D.P.R. 6 giugno 2001 n.380

Regolamentazione regionale

  • Deliberazione Giunta Regionale 1 agosto 2008 n.98-9422
  • Deliberazione Giunta Regionale 26 luglio 2010 n.51-408

Servizio a Cura del Settore Sviluppo Economico e Fondi Strutturali U.E. - Via Meucci, 4 - 10121 Torino

Torna all'inizio pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookie