SCHEDA 031.2

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA’ (S.C.I.A.) PER TINTOLAVANDERIA

(Ultimo aggiornamento: 07.09.2011 )

Attività sottoposte al procedimento

L’apertura, il trasferimento, la modifica locali, la modifica attività e/o lavorazione, dell'impresa costituita e operante ai sensi della legislazione vigente, che esegue i trattamenti di lavanderia, di pulitura chimica a secco e ad umido, di tintoria, di smacchiatura, di stireria, di follatura e affini, di indumenti, capi e accessori per l'abbigliamento, di capi in pelle e pelliccia, naturale e sintetica, di biancheria e tessuti per la casa, ad uso industriale e commerciale, nonché ad uso sanitario, di tappeti, tappezzeria e rivestimenti per arredamento, nonché di oggetti d'uso, articoli e prodotti tessili di ogni tipo di fibra.

L’esercizio dell’attività è subordinato alla nomina di un responsabile tecnico in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti di idoneità professionale (art. 2 Legge 84/2006 smi):

a) frequenza di corsi di qualificazione tecnico-professionale della durata di almeno 450 ore complessive da svolgersi nell’arco di un anno;

b) attestato di qualifica in materia attinente l’attività conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale, integrato da un periodo di inserimento della durata di almeno un anno presso imprese del settore, da effettuare nell’arco di tre anni dal conseguimento dell’attestato;

c) diploma di maturità tecnica o professionale o di livello post-secondario superiore o universitario, in materie inerenti l’attività;

d) periodo di inserimento presso imprese del settore non inferiore a:

- un anno, se preceduto dallo svolgimento di un rapporto di apprendistato della durata prevista dalla contrattazione collettiva;

- due anni in qualità di titolare, di socio partecipante al lavoro o di collaboratore familiare degli stessi;

- tre anni, anche non consecutivi ma comunque nell’arco di cinque anni, nei casi di attività lavorativa subordinata.

 

Recenti approfondimenti (risoluzione Ministeriale n.31045 del 18.02.2011) fanno ritenere che la figura del Responsabile Tecnico debba essere individuata sin dall'inizio dell'attività e pertanto si è provveduto alla modifica della relativa modulistica.

 

Il responsabile tecnico, che può essere designato nella persona del titolare, di un socio partecipante al lavoro, di un collaboratore familiare, di un dipendente o altro addetto dell’impresa,  accetta l’incarico con apposita dichiarazione e attesta di svolgerlo prevalentemente e professionalmente nella sede indicata.

 

Per le attività che s’intendono esercire in locali sotterranei o seminterrati viene rilasciata dall'A.S.L.- S.Pre.S.A.L. l'autorizzazione in deroga al D.M. 81/2008 la quale rimane valida fino a quando le strutture, gli impianti ed il ciclo lavorativo restano immutati.

 

Fra le attività sottoposte al procedimento è compreso il Subingresso nella titolarità o nella gestione dell’azienda, per atto tra vivi o per causa di morte.

Analogamente all’apertura anche il subingresso è subordinato alla nomina di un responsabile tecnico in possesso di almeno uno dei requisiti di idoneità professionale (art. 2 Legge 84/2006 smi) sopra citati.

 

La Segnalazione relativa ad apertura, trasferimento di sede e modifica locali deve essere corredata dalle attestazioni e asseverazioni di un tecnico abilitato (modello AllTec-S)  relative alla conformità dei locali e dell’attività alla normativa vigente in materia di destinazioni d’uso, alle prescrizioni del regolamento edilizio e degli strumenti urbanistici vigenti, di polizia urbana e igienico-sanitaria, barriere architettoniche e impianti, prevenzione incendi e protezione ambientale.

Dove rivolgersi

Comune di Torino - Divisione Commercio - Settore Attività Economiche e di Servizio - Sportello Unico per le attività Produttive

Via Meucci n.4 – 2° piano - 10121 Torino

Fax 011/4430737 - e-mail: 30737@comune.torino.it

 

- Informazioni: Sportello Unificato per il Commercio

 

 

- Per approfondimenti su pratiche presentate ed informazioni specialistiche si riceve il Martedì dalle ore 10 alle ore 12 previo appuntamento telefonico al numero 011-4430650- 4430715

Enti coinvolti
A.S.L. 1 TORINO – Dipartimento di Prevenzione – S.C. Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro – Via Alassio 36/e – 10126 Torino
Modulistica

- Segnalazione certificata di inizio attività (Mod.415)

- Dichiarazione di conformità tecnica (AllTec-S)

- Dichiarazione del responsabile tecnico (Mod.416)

- Segnalazione certificata di inizio attività per subingresso (Mod.417)

- Mod. Tarsu
Autocertificazione
Si, nei campi previsti dalla modulistica approvata
Cosa occorre fare

Presentare i modelli previsti, indicati nell’area Modulistica, in duplice copia e corredati di tutta la documentazione richiesta, presso gli uffici dello Sportello Unificato per il Commercio Settore - Via Meucci 4 (ingresso dal cancello) durante gli orari di apertura  al pubblico.

E’ inoltre possibile inviare i modelli a mezzo:

Fax: 011/44.30.863

Posta: Città di Torino Divisione Commercio Via Meucci 4 - 10121 Torino

Posta Elettronica Certificata (P.E.C.): commercio@cert.comune.torino.it

L'utilizzo della P.E.C. è ammesso nel caso in cui:

- il mittente inoltri la pratica tramite indirizzo P.E.C.

- la pratica sia completa di tutti gli allegati richiesti nella modulistica, compreso eventuali diritti d'istruttoria

- le pratiche non richiedano la marca da bollo nè l'invio di allegati in originale

N.B. qualunque sia il mezzo di inoltro della pratica allegare sempre la copia di un documento valido dei firmatari
Tempi

L’attività può essere iniziata contestualmente alla presentazione della Segnalazione ovvero dalla data indicata dal titolare, fatti salvi eventuali provvedimenti interdettivi che possono essere adottati entro 60 giorni dalla presentazione.

Oneri
 -Diritti per adempimenti connessi secondo il tariffario vigente
Durata / Rinnovi

La segnalazione ha validità senza limiti temporali sino a modifica della struttura ovvero suo trasferimento

Sanzioni
Art. 5 Legge 84/2006
Riferimenti normativi

Normativa nazionale

- D.Lgs. 59/2010

- Legge 241/1990

- Legge 84/2006


Servizio a Cura del Settore Sviluppo Economico e Fondi Strutturali U.E. - Via Meucci, 4 - 10121 Torino

Torna all'inizio pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookie