SCHEDA 073.5

COMUNICAZIONE DI AFFIDO DI POLTRONA / CABINA PER ESERCIZIO ATTIVITA’ DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA

(Ultimo aggiornamento: 30-06-2017 )

Attività sottoposte al procedimento

Con l'approvazione degli aggiornamenti al Regolamento Municipale n.324 (mecc.2014-00123 del 10 marzo 2014) è stato introdotto l'art.8-bis, che prevede la possibilità di concedere in uso ad imprenditori in possesso dei necessari requisiti professionali, l'utilizzo di una poltrona per le attività di acconciatore, l'utilizzo di una cabina per le attività di estetica, nonchè delle attrezzature funzionali alle prestazioni erogate.

Le prestazioni dovranno essere svolte nel rispetto delle vigenti norme igienico-sanitarie, delle norme fiscali e nel rispetto delle normative sulla prevenzione e sicurezza dei luoghi di lavoro.

Con Deliberazione mecc.2017-00494 del 14.02.2017 sono stati approvate le modifiche alle linee di indirizzo per la disciplina dell'affido di poltrona o cabina ai sensi dell'art.8-bis del Regolamento n.241, già approvate con Deliberazione mecc.2014-02473.

 

N.B. Deve essere garantita la presenza di un  Responsabile Tecnico nell'esercizio durante l'orario di apertura e non può essere assunta contemporaneamente la responsabilità presso altri esercizi.

Ente titolare della funzione

Comune di Torino - Divisione Commercio - Settore Attività Economiche e di Servizio - Sportello Unico per le attività Produttive
Via Meucci n.4 - II piano - 10121 Torino

Dove rivolgersi

Sportello Unificato per il Commercio

Enti coinvolti
In materia di requisiti igienico-sanitari:

A.S.L. 1 - TORINO

Dipartimento di Prevenzione, Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Igiene del Territorio
Via della Consolata n. 10 - 10122  Torino

Indirizzo internet: http://www.asl1.to.it/start.php
e-mail: dipprevenzione@asl1.to.it  

 

In materia di requisiti professionali:

Commissione Regionale per l'Artigianato

Cosa occorre fare

Prima di iniziare l'affido dovrà essere redatto e registrato all'Agenzia delle Entrate, l'accordo tra le parti; quindi occorre presentare la Comunicazione Congiunta

 

Per approfondimenti per pratiche già presentate, si riceve nella giornata di mercoledì dalle 10 alle 12, previo appuntamento da richiedere telefonicamente al n.011-4430830 (in orario di ufficio dalle ore 9-12 e 14-16)

 

n.b.come previsto dalla Deliberazione della G.M. del 20.12.2011 mecc.2011-08073/016, a far data dal 2.1.2012 gli imprenditori possessori di P.E.C. (posta elettronica certificata) possono presentare la pratica con invio tramite P.E.C. all'indirizzo commercio@cert.comune.torino.it , secondo le seguenti specifiche:

- il modulo e relativi allegati necessari al completamento della pratica, una volta compilati e sottoscritti, vengono allegati alla P.E.C. unitamente a copia del documento di identità dei sottoscrittori ovvero sottoscritti con firma digitale;

- la documentazione cartografica viene allegata e sottoscritta in modalità digitale da parte del professionista, ovvero con le modalità di cui al Decreto 10 Novembre 2011.

Modulistica

Comunicazione congiunta:AffidoPoltrona/Cabina (Mod.48)

 

Allegati previsti:

  • Procura/delega (nel caso di procura/delega a presentare la segnalazione)
  • Copia del documento di identità (Nel caso in cui la segnalazione non sia sottoscritta in forma digitale e in assenza di procura)
  • Dichiarazione sul possesso dei requisiti da parte dell’Affidatario (Allegato B – acconciatore / Allegato C – estetista)
  • Planimetria quotata dei locali in scala minima 1:100 con l’individuazione della/e postazioni/cabine oggetto dell’affido (Sempre obbligatoria)
  • Allegato A: dichiarazione sul possesso dei requisiti da parte degli altri soci: Dichiarazione attestante l’inesistenza delle cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 10 della L. 31.5.1965, n. 575 e successive modificazioni da compilarsi a cura di: S.N.C.: tutti i soci; S.A.S.: soci accomandatari; S.P.A. e S.R.L.: rappresentante legale e membri del consiglio di amministrazione con relative fotocopie dei documenti di identità in corso di validità di tutti i firmatari;

Nel caso di cessazione del rapporto di collaborazione deve essere presentato il Mod.49

Oneri

Sono da versare i diritti per adempimenti connessi pari a 20€ (art.12 Reg. SUAP n.326) mediante pagamento con denaro contante all’atto della presentazione della pratica agli sportelli, oppure allegando al modulo  l’attestazione di versamento sul c/c postale n. 68700137,

Codice IBAN: IT72E0760101000000068700137, intestato a “COMUNE DI TORINO - SETT. ATTIVITA’ ECONOMICHE E DI SERVIZIO - VIA MEUCCI 4 - 10121 TORINO” , causale: Diritti di istruttoria e ricerca.

(consulta la Deliberazione di approvazione del tariffario vigente)

Durata / Rinnovi
La comunicazione ha validità sino alla sussistenza del rapporto tra le parti
Sanzioni
Art.11 Regolamento Comunale n.324
Riferimenti normativi

Normativa nazionale

  • Legge 14 febbraio 1963, n.161 s.m.i.
  • Legge 4 gennaio 1990, n. 1
  • Legge 17 agosto 2005 n. 174
  • Legge 2 aprile 2007 n. 40
  • D.Lgs. 26 marzo 2010 n.59

Normativa regionale

Regolamentazione comunale

 


Servizio a Cura del Settore Sviluppo Economico e Fondi Strutturali U.E. - Via Meucci, 4 - 10121 Torino

Torna all'inizio pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookie