SCHEDA 073.3

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (S.C.I.A.) DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA PER TRASFERIMENTO DI SEDE

(Ultimo aggiornamento: 30-06-2017 )

Attività sottoposte al procedimento

Trasferimento di attività di   acconciatore e/o estetista. (Art. 4 co.3 del Regolamento per la disciplina delle attività di acconciatore ed estetista n.324).

 

N.B. Deve essere garantita la presenza di un  Responsabile Tecnico nell'esercizio durante l'orario di apertura e non può essere assunta contemporaneamente la responsabilità presso altri esercizi.

Tipo Procedimento Automatizzato (art.5 D.P.R. 160/2010)
Ente titolare della funzione

Comune di Torino - Divisione Commercio - Settore Attività Economiche e di Servizio - Sportello Unico per le attività Produttive
Via Meucci n.4 - II piano - 10121 Torino

Dove rivolgersi

Sportello Unificato per il Commercio

Enti coinvolti In materia di requisiti igienico-sanitari:

A.S.L. 1 - TORINO

Dipartimento di Prevenzione, Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Igiene del Territorio
Via della Consolata n. 10 - 10122  Torino

Tel: 011.5663041 – 011/5663142 fax 011/5663016

10122 TORINO

Indirizzo internet: http://www.asl1.to.it/start.php
e-mail: dipprevenzione@asl1.to.it  

Cosa occorre fare

Prima di trasferire l'attività occorre presentare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività ai sensi dell’art.19 della L.241/1990 e s.m.i..

 

La SCIA debitamente compilata in ogni sua parte, è presentata  con invio tramite P.E.C. all'indirizzo: commercio@cert.comune.torino.it

Modulistica

Scheda Anagrafica (da presentare per ogni pratica)

S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività per l'esercizio dell'attività di Acconciatore e/o Estetista)

 

Allegati previsti:

  • Procura/delega (nel caso di procura/delega a presentare la segnalazione)
  • Copia del documento di identità (Nel caso in cui la segnalazione non sia sottoscritta in forma digitale e in assenza di procura)
  • Dichiarazione sul possesso dei requisiti da parte del Responsabile tecnico (Allegati B/C)+ copia del documento di identità. (Nel caso di Apertura, in presenza di un Responsabile tecnico diverso dal dichiarante)
  • Planimetria quotata dei locali in scala minima 1:100 con layout superfici dell’attività, attrezzature, arredi (Sempre obbligatoria)
  • Relazione descrittiva delle caratteristiche dei locali medesimi, della loro localizzazione e attrezzatura utilizzata per il servizio (dichiarazione che i locali rispondono ai requisiti igienico-sanitari previsti dalla normativa statale e regionale vigente in materia, nonché dal Regolamento comunale (Sempre obbligatoria)
  • Notifica di installazione di apparecchiature a raggi ultravioletti di cui al Decreto del Presidente della Giunta Regionale 7 aprile 2003, n. 6/R Regolamento regionale delle Attività di solarium (In presenza di apparecchiature UV)
  • modello TARI (Denuncia di occupazione unità immobiliare per la Tassa Smaltimento Rifiuti)
  • Allegato A (dichiarazione sul possesso dei requisiti da parte degli altri soci): Dichiarazione attestante l’inesistenza delle cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 10 della L. 31.5.1965, n. 575 e successive modificazioni da compilarsi a cura di: S.N.C.: tutti i soci; S.A.S.: soci accomandatari; S.P.A. e S.R.L.: rappresentante legale e membri del consiglio di amministrazione con relative fotocopie dei documenti di identità in corso di validità di tutti i firmatari;
Specifiche

Si informa che per identificare correttamente il locale, nella parte riservata all’ “indirizzo dell’attività” è necessario specificare oltre al numero civico anche l’eventuale esponente letterale ed il piano.

Ai sensi dell’art.8-ter del Reg.324 – Coesistenza di più attività artigianali negli stessi locali -  viene ammessa la coesistenza , all’interno dello stesso locale, con  una superficie minima di almeno 40 mq, di più attività di Acconciatore/Estetista intestate a imprenditori differenti; in tal caso è necessario evidenziare all’interno della relazione, prevista dalla nuova modulistica, l’indicazione del titolare già presente all’interno dei locali ed individuare, nella planimetria, specificamente le superfici utilizzate dalle due attività.

Nei casi di esercizio presso la propria abitazione dovranno essere rispettate le prescrizioni previste dal Reg.324 art. 2 e individuare, nella planimetria, le aree destinate all’abitazione e quelle relative all’attività che si intende avviare.

Oneri

Sono da versare i diritti per adempimenti connessi pari a 40 € allegando al modulo l’attestazione di versamento sul c/c postale n. 68700137,

Codice IBAN: IT72E0760101000000068700137, intestato a “COMUNE DI TORINO - SETT. ATTIVITA’ ECONOMICHE E DI SERVIZIO - VIA MEUCCI 4 - 10121 TORINO” , causale: Diritti di istruttoria e ricerca.

Durata / Rinnovi La Segnalazione ha validità sino a modifica della sede, della superficie dei locali, della titolarità e/o del responsabile tecnico
Sanzioni Art.11 Regolamento Comunale n.324
Riferimenti normativi

 

Normativa nazionale

  • Legge 14 febbraio 1963, n.161 s.m.i.
  • Legge 4 gennaio 1990, n. 1
  • Legge 17 agosto 2005 n. 174
  • Legge 2 aprile 2007 n. 40
  • D.Lgs. 26 marzo 2010 n.59
  • D.Lgs 30 giugno 2016, n. 126
  • D.Lgs 25 novembre  2016, n. 222
  • Accordo sancito in sede di Conferenza Unificata, in data 4 maggio 2017

Normativa regionale

Regolamentazione comunale


Servizio a Cura del Settore Sviluppo Economico e Fondi Strutturali U.E. - Via Meucci, 4 - 10121 Torino

Torna all'inizio pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookie