SCHEDA 072.16

Segnalazione certificata inizio attività (S.C.I.A.) per esercizio di punto vendita esclusivo di quotidiani e periodici a seguito di subingresso nella titolarità o nella gestione dell'azienda

(Ultimo aggiornamento: 28-02-2018 )

Attività sottoposte al procedimento

Il subingresso nella gestione o nella proprietà di un punto vendita esclusivo ovvero non esclusivo di quotidiani e/o periodici (in caso di rivendita non-esclusiva il subingresso potrà essere richiesto successivamente al subentro nell'attività principale cui è legata l'autorizzazione).

 

Per informazioni sulle tipologie delle rivendite, i requisiti di accesso all’attività e i requisiti dei locali: scheda 72.0

Tipo procedimento
Automatizzato (art.5 D.P.R. 160/2010)
Ente titolare della funzione

Comune di Torino – Divisione Commercio – Settore Attività Economiche e di Servizio Sportello Unico per le Attività Produttive – Comparto Commercio su Aree Private - Via Meucci n. 4 – 2° piano - 10121 Torino

Dove rivolgersi

Sportello Unificato per il Commercio

Per informazioni: Telefono 0114430245 - Fax al n.0114430737

e-mail 30737@comune.torino.it

Cosa occorre fare

Il Regolamento per la programmazione e la disciplina dell’attività di vendita di quotidiani e periodici n.333 (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale del 8 febbraio 2010 n. mecc. 2009/07357/16) prevede che il subentrante nella gestione o nella proprietà dell’attività di vendita di quotidiani e periodici debba presentare comunicazione di subingresso e che sia in possesso dei requisiti di accesso e di esercizio delle attività commerciali così come previsto dall’art.71 del D.lgs.59/2010.

 

Il titolare che intende subentrare nell’attività deve presentare S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) ai sensi dell’art. 19 L.241/90 e s.m.i., utilizzando l’apposita modulistica  da trasmettere in duplice copia secondo le modalità indicate nei modelli stessi, unitamente agli allegati previsti.

Ai sensi della Deliberazione mecc.2014-01360/016 il subingresso per punto vendita di quotidiani/Periodici esclusivo e non-esclusivo può essere presentato esclusivame in modalità telematica utilizzando l'applicativo SUAP reperibile all'indirizzo SUAPPIEMONTE

Il Regolamento n.333 prevede la vendita dei prodotti alimentari qualificati quali pastigliaggi (caramelle, confetti, cioccolatini, gomme americane e simili), anche in assenza dei requisiti professionali per la vendita dei generi alimentari, dandone comunicazione tramite la presentazione del mod. All. Art. 12 accompagnato dalla DIA sanitaria in triplice copia con relativo pagamento dei diritti ASL.

Con la Deliberazione n. 2010-04585/016 la Giunta Comunale in data 27/07/2010, accogliendo le richieste delle associazioni di categoria, ha esteso la possibilità di porre in vendita in via sperimentale per un anno, quali prodotti ricompressi nei generi qualificati quali "pastigliaggio", le bevande analcoliche pre-confezionate.

 

 

Per i punti vendita posati su suolo pubblico, ovvero su suolo privato gravato di servitù di uso pubblico (chioschi), occorre allegare il Permesso di Costruire a Titolo Precario posseduto o dichiarare gli estremi dell'istanza di voltura presentata al competente Settore Settore Concessione Occupazione Temporanea Suolo Pubblico; in tal caso i termini per la conclusione del procedimento sono sospesi sino all’ottenimento del titolo autorizzativo a titolo precario.

Modulistica

Segnalazione certificata di inizio attività rivendita esclusiva: Mod-26

Segnalazione certificata di inizio attività rivendita non esclusiva: Mod-27

 

Allegati previsti:

S.C.I.A. per vendita pastigliaggi: Modulo Allegato Art. 12

Modello Tarsu

Dichiarazione Asseverata di Conformità Tecnica: AllTec-Q

Planimetria stato di fatto

Modello Allegato A: Dichiarazione dei soci (da compilarsi a cura di: S.N.C. tutti i soci; S.A.S. soci accomandatari; S.p.A. e S.R.L. rappresentante legale e membri del C.d.A.)

(per gli esercizi inseriti in Centri Commerciali): Nulla-osta da parte del proprietario del Proprietario della struttura all’insediamento dell’attività

Notifica Sanitaria: informazioni scheda 31.6

(per chioschi) Permesso di Costruire a Titolo Precario

Autocertificazione
Ammessa nei campi previsti dalla modulistica approvata
Oneri

Sono da versare i diritti di istruttoria - consulta la deliberazione di approvazione del tariffario vigente - pagabili   con denaro contante all’atto della presentazione della pratica agli sportelli di Via Meucci oppure con versamento sul c/c postale n. 68700137 (allegando al modulo  l’attestazione di versamento), tramite operazione bancaria

(Codice IBAN: IT72E0760101000000068700137, intestato a “COMUNE DI TORINO - SETT. ATTIVITA’ ECONOMICHE E DI SERVIZIO - VIA MEUCCI 4 - 10121 TORINO” , causale: Diritti di istruttoria e ricerca).

 

In caso di presentazione di Notifica sanitaria: allegare l’attestazione di versamento dei relativi diritti (Allegato 1 alla DD 799 del 15/11/2012)

Durata / Rinnovi

L’autorizzazione non è soggetta a rinnovo.

Casi di decadenza:

  • mancata attivazione del punto vendita entro 6 mesi dall’autorizzazione;
  • sospensione dell’attività per un periodo maggiore di 6 mesi senza autorizzazione preventiva;
  • perdita dei requisiti art. 5 della 114/1998;
  • cessazione dell’attività principale in caso di vendita di quotidiani non esclusiva.
Sanzioni
articolo 22 del Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114
Riferimenti normativi

Normativa Nazionale

  • Legge 7 agosto 1990 n.241
  • D.Lgs. 24 Aprile 2001 n.170
  • Legge 13 aprile 1999, n.108
  • D. lgs. 26 marzo 2010 n.59 

Normativa Regionale

Regolamentazione comunale

  • Regolamento n.333  “Programmazione e disciplina dell'attivita' di vendita di quotidiani e periodici” dell’ 8 febbraio 2010

 


Servizio a Cura del Settore Sviluppo Economico e Fondi Strutturali U.E. - Via Meucci, 4 - 10121 Torino

Torna all'inizio pagina

Condizioni d'uso, privacy e cookie